Déjà vu

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_47a5Il motivo.

Semplicemente c’è un motivo per cui ci spingiamo a fare certe cose come inviare un messaggio, fare una passeggiata, intraprendere una dieta, partire per una meta sconosciuta, andare a trovare un amico, iniziare a fare sport, fino a sorridere o essere tristi.

Tristezza, amarezza e impotenza. Il motivo per me si chiama Sahara. E oggi, come 365 giorni fa, c’è un viaggio, una partenza in “solitaria” , come una vera (non)coppia, io a rivedermi un anno fa a guardare uno smartphone che mannaggia a chi li ha inventati, e controllare un online o un nulla. Perso in un letto che sembra grande come una distesa di cemento quando non c’è lei a riempirlo, e io a chiedermi con chi è e cosa fa.

Perchè queste cose non si fanno tra due persone che stanno insieme. Due persone che stanno insieme non si scrivono durante il giorno, non si raccontano le loro giornate e non vedono l’ora di vedersi. Due persone che stanno insieme non progettano le vacanze. Due persone che stanno insieme pensano a farsi l’estate per i fatti propri perchè l’anno è stato pesante, e, mannaggia, posso permettermi di stare in vacanza da aprile, per cui, FANCULO, mi faccio le mie vacanze. Poi quando trono, se ti ritrovo dentro il mio cuore, ti cerco. Perchè tu ti sei comportato male. Perchè tu hai sbagliato a lasciarmi giusto una settimana dopo averti presentato ai miei. E non importa che per poco più di 10 mesi (300 giorni) io sia stata una “stronza colossale“. Il problema è il tuo che non riesci ad andare avanti, e perchè sei andato a letto con un’altra qualche gg dopo avermi mollata. Non mi frega di averti trattato a pesci in faccia per mesi. Non mi frega di averti trattato come una pezza da piedi per giorni, senza curarmi di te. Perchè tu ci sei. Tu sei sempre presente, anzi mi aspetti. Come un cane aspetta il padrone dopo che questi va a lavorare.

Questo è. E io a struggermi. A chiedermi dove sia stato l’errore. Dove, dentro di me, cerco la sadica memoria inconscia che mi porta a farmi del male, dove karmicamente mi trovo in difetto e dove, cazzo, potrei andare per fermare la testa e i pensieri rispetto a una cosa, perchè di cosa si tratta, che mi stanca da subito, che mi toglie da subito anzichè darmi, che, semplicemente, non è LUI. Perchè è dell’Amore che si parla. Di quello che scaturisce da te, che segue il Suo, qualsiasi lui o lei sia, perchè, cazzo, non c’è niente di più bello (?).

Veramente? Si!

 

 

Una risposta a "Déjà vu"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...